99 amaranto

"Ci sono calciatori che con un miliardo si fanno la ferrari, lo yacht, io mi ci sono comprato la maglietta del Livorno. Tutto lì"

 

“La storia del calcio è un triste viaggio dal piacere al dovere. A mano a mano che lo sport si è fatto industria è andato perdendo la bellezza che nasce dall’allegria di giocare per giocare. Per fortuna appare ancora sui campi di gioco, sia pure molto di rado, qualche sfacciato con la faccia sporca che esce dallo spartito per il puro piacere di lanciarsi verso l’avventura proibita della libertà”  Eduardo Galeano – Splendori e Miserie del gioco del calcio

 

La storia di Cristiano Lucarelli, calciatore fuori dagli schemi del calcio che all’apice della carriera decide di rinunciare ad un miliardo di lire l’anno e ad un futuro certo per andare in serie B ad indossare la maglia della squadra della sua città e riportare il Livorno in serie A dopo 55 anni di assenza.

Ma sopratutto la storia di una città popolare e ribelle- Livorno- con i suoi personaggi geniali e il suo tifo col pugno chiuso. quello delle BAL, le Brigate Autonome Livornesi.

 

Un gioco di specchi tra una città e un calciatore nella scelta anticonformista di Cristiano di puntare tutto su un numero che non esiste: il 99 amaranto... e rien va plus.

 

Liberamente ispirato al libro "Tenetevi il miliardo" di Carlo Pallavicino edito da Baldini Catoldi Dalai.